Da Lhasa A Kathmandu

sulla strada degli antichi viaggiatori

 

                                                                   Il lago Yamdrok                                         Lhasa:il Potala

leggi racconti                                            prossimi viaggi                               foto tibet centrale

Il viaggio da Lhasa a Kathmandu ha un fascino particolare  perchè questo percorso unisce cultura e avventura. Il viaggio inizia a Lhasa: l’antica “Rasa”, la capitale del Paese delle Nevi, la città proibita agli stranieri  per lungo tempo, per i tibetani si trova al centro del mandala del Tibet. Una città antica che ha visto sorgere e cadere il grande impero dello Yarlung. Il Potala, che ha ospitato i Dalai Lama fino al ’59, mastodontico e imperturbabile come un vecchio saggio seduto sulla sua montagna, ha assistito anche lui alla nascita nei suoi dintorni dei 3 grandi monasteri che hanno dettato la politica del Tibet per secoli .

La nuova strada asfaltata che unisce Lhasa a Gyantse, ora percorribile in poche ore, fu per gli antichi  viaggiatori un percorso di giorni e giorni, quando non trovavano la neve sugli alti passi che ora si valicano comodamente sui toyota: da Gyantse a Shigatse, 90 km, servono 2 ore, mentre nel 1904 un ufficiale dell’esercito inglese di stanza a Gyantse parlava di due giorni a cavallo. Una volta arrivati a Shigatse si è nella provincia dello Tsang; la strada percorsa dai missionari e dagli inglesi provenienti dall’India raggiungeva questa città, -sede del Panchen Lama e della sua comunità monastica-, una volta molto più ospitale del governo di Lhasa verso gli stranieri.

Proseguendo verso sud si lascerà la strada asfaltata per percorrere una pista fra strette gole e vasti altopiani, nel periodo dei monsoni ricca di divertenti intoppi: la strada portata via dall’acqua, la frana che ci blocca per ore, i guadi che coprono il muso del toyota e le carovane degli yak accompagnati da pittoreschi nomadi che si trasferiscono verso altri posti. Si scende sempre di più verso le verdi valli del Nepal, fino a lasciare gli aridi e freddi altopiani e raggiungere la vegetazione lussureggiante: la porta per il Nepal.  

 

 

Preparazione delle torme

a Tashilhunpo

 

 

Gyantse: Il Kumbum

|Tibet||           |Home|

     mailto:pizzifranco@yahoo.it