COMMENTI DEI NOSTRI CLIENTI

 

VIAGGIO INDIVIDUALE TIBET AGOSTO 2006-1 PERSONA

 

Ciao Franco!
Eccomi ormai rientrato appieno da una settimana (dopo il Tibet sono stato in Germania per una conferenza, quindi non proprio "a casa"). Ma se il corpo è a tutti gli effetti qui la mente fatica non poco a riprendere le abitudini, complice una visione molto diversa della vita che ho potuto maturare durante il viaggio più bello della mia vita (e ho viaggiato molto, credimi). In Tibet ho visto e vissuto con un'intensità fantastica, ho potuto assimilare cultura e serenità esistenziale, malgrado l'influenza cinese che in efftti tende ad appiattire tutto quanto con dei lavaggi di cervello abilmente nascosti. Così i ritmi e le abitudini occidentali, che già prima iniziavano a starmi stretti, ora li guardo con distacco, è come se stessi fluttuando al di sopra dello stress, degli appuntamenti incalzanti ogni 30 minuti, la frenesia ed il corri corri per arrivare non si sa bene dove, una società mirata decisamente all'apparenza e all'avere, dove i sentimenti e l'essere vengono spesso visti come debolezza. Gli amici più intimi, che hanno a loro volta in passato vissuto esperienze analoghe, mi confortano dicendo che mi ci vorranno dei mesi prima di rimettermi...Io penso dentro di me che non sono per nulla sicuro di volermi rimettere così, in fondo non porta a nulla morire ricchi di cose, l'importante è essere ricchi nell'essere. Vedremo, per ora come detto sono sereno, il viaggio che mi hai così abilmente preparato mi ha consentito questo importante salto esistenziale o spirituale, è ciò che mi serviva. Ora devo costruire il mio futuro facendo tesoro di questa favolosa esperienza. Un grazie di cuore! Ti ho spedito per posta un CD con le foto dei miei 18 giorni, qualcuna (pochissime) l'ho omessa perche doppia o proprio sbagliata, così ci è stato tutto su un solo CD. Ho tenuto un
diario del mio viaggio, lo devo ancora trascrivere e anche questo, se ti interessasse, potrei facilmente inviartelo. Tutto quanto ho della mia esperienza che possa aiutare altri a capire, a vivere o rivivere, insomma se posso dare un beneficio al prossimo desidero veramente farlo. E non chiedo diritti d'autore... A presto, spero tanto di potr un giorno ripetere l'epserienza...
Charles

PS. E quanto alla guida, Gigme, è stato veramente fantastico, per 14 giorni mi ha spontaneamente "coccolato" come se fossi un amico d'infanzia. Molto preparato, molto bravo, molto disponibile e flessibile. Meglio di così non avrei potuto trovare...

 

VIAGGIO INDIVIDUALE RAJASTHAN-INDIA DEL NORD AGOSTO 2006

2 PERSONE

Hello daddy and mummy come state?

Scusateci tanto ma questa è ben la quinta volta che vi scrivo non riesco a spedire la mail, speriamo che sia la volta buona. 

Il ns viaggio è stato a dir poco fantastico, è filato tutto (a parte qualche cazzata) per il verso giusto, il tempo anche è stato dalla ns parte in ben 21 gg alla fine ci siamo beccati acqua per mezz'ora a Jaisalmer, a Udaipur ma senza darci particolarmente fastidio e alla sera a Varanasi durante la cerimonia sul Gange....culosi eh!!!!!

Dell'India che dire, non trovo poche parole per descrivere tutto ciò che abbiamo vissuto e visto: i saree colorati delle donne, i turbanti degli uomini e il loro modo tipico di accuciarsi, i bimbi pieni di gioia che ci venivano incontro dicendoci "Hallo", le pentole fumanti ad ogni angolo della strada....voi la conoscete questa realtà e forse non ci fate caso ma per noi ogni momento era una sorpresa e un emozione.

Il ns prode cavaliere, Sipthal l'autista, è una brava persona molto attento, disponibile con il quale siamo stati proprio bene, chiaccherando molto e scoprendo molte cose di cui noi chiedevamo il perchè e lui ci dava la spiegazione; come aver avuto una guida sempre con noi.

Le guide preparate e disponibili, gli alberghi ottimi ci siamo trovati molto bene.

Del ns giro Monte Abu si poteva togliere anzi vi consiglio di non mandare nessuno non vale la pena la deviazione fino la, è stato l'unico posto dove c'era un umidità bestiale perfino le lenzuola erano bagnate.

Il pernottamento in treno ottimo, mi sento di dire che i treni indiani (ok 1 classe con AC) sono meglio di quelli italiani.

Anche il Nepal è stata un'esperienza unica, per noi che si arrivava dall'India ci pareva di essere in paradiso, tranquillo, pulito, negozietti dove poter entrare e curiosare peccato aver avuto poco tempo; ci siamo ripromessi che il prox viaggio sarà proprio alla scoperta di questo paradiso con trekking, foreste etc.

Joshi è stato fantastico con noi facendoci amare un angolo della sua terra.

Abbiamo visitato una guest house a Pattan riconosciuta dall'unesco, di recente ristrutturazione (giugno 2006) dove hanno mantenuto il vecchio stile di casa nepalese. L'ingresso quadrato con il giardino interno, al primo piano una grande sala dove gli ospiti fanno la colazione (viene servita colazione tipica nepalese, un pò pesante per noi ma da provare), al secondo piano le varie stanze, sembrano dei monolocali. Il materasso adagiato sopra delle stuoie, in un angolo il tavolino con dei cuscini attorno e il bagno nuovo e pulito con il lavello in ottone. Il ragazzo che gestisce questa guest house con la famiglia è stato gentilissimo a farcela visitare e alla fine insieme ci siamo bevuti un buon tè. Se hai qualcuno a cui può piacere come accomodazione ti do l'indirizzo e-mail (costo 30 dollari la stanza con colazione), te lo assicuro se torniamo vorrei andare li. Gli stupa e i buddisti con i loro abiti arancioni che "coravano" (facevano la cora)  carino come termine non trovate????

A fare da cornice a tutto questo poi ci siete voi, meravigliosi e grandi non ho mai avuto un'assistenza del genere e quando sei fuori dall'italia poter avere un contatto diretto e immediato con qualcuno che ti capisce aiuta molto anche moralmente.

Anche se non ci siamo mai visti (sentiti tanto) siete entrati nei ns cuori e rimarrete per sempre il daddy e la mummy indiani.

Vi abbiamo già fatto, e sicuramente ne faremo ancora molta in futuro, pubblicità. Appena atterrati a venezia con delle persone ci siamo scambiati le ns esperienze di viaggio sembravano molto interessati che alla fine ho dato il vs indirizzo e-mail...brava la bimba eh!!!???

Restiamo in contatto via e-mail, appena trovo un po di tempo vi invio qualche foto di noi e scriverò qualcosa sul vs sito in modo tale da rassicurare  chi fosse dubbioso. 

 

Un bacio grazie di tutto

 

i bimbi Lara & Francesco

 

VIAGGIO INDIVIDUALE RAJASTHAN-INDIA DEL NORD AGOSTO 2006-2 PERSONE

Caro Franco,

Siamo rientrati in Italia e nonostante il cambiamento di volo e lo stretto margine per la connection siamo riusciti ad essere on time su tutto compreso le valigie.

Grazie per averci aiutato a vivere questa notevole esperienza di viaggio.

L'orgnizzazione e' stata impeccabile, con qualche piccola eccezione. L'albergo di Mount Abu ha fornito inizialmente una stanza poco pulita e molto rumorosa per lavori notturni di riparazione e solo dopo forti e ripetute proteste e' stata cambiata. Gli altri alberghi si sono dimostrati all'altezza delle aspettative.

Il personale, agenti, guide e drivers si sono dimostrati professionali anche se con diverse capacita' ma comunque gentili e disponibili. Il tour e' stato impegnativo, intenso ma comunque molto ben congeniato e sarebbe stato inconcepibile organizzarlo senza il vostro aiuto.

E' stato inoltre molto piacevole fare la conoscenza telefonica sua e di sua moglie e ci auguriamo di potervi incontrare in Italia, a Roma o in Piemonte alla prossima occasione.

Un caro saluto a lei e sua moglie e ci auguriamo di risentirvi presto

Pier Carlo e Maria Grazia

 

VIAGGIO INDIVIDUALE LADAKH AGOSTO 2006-1 PERSONA

 

ciao Franco ciao Kristin,

Faccio piu fatica ad acclimatarmi nella nostra quotidianita che nelle  montagne del Ladakh.  Ci tenevo ad esprimerVi la mia piu grande riconoscenza per tutta  l'organizzazione del viaggio e per la Vostra costante presenza e  attenzione. Avendo, per motivi imprevisti, dovuto affrontare il viaggio da  sola non credo di aver avuto per un solo istante la sensazione di  smarrimento che a volte accade in queste situazioni. Il Vostro interesse  costante (nonche pazienza per le mie innumerevoli richieste) unito alla  disponibilita dei locali, dalle guide agli impiegati degli alberghi, che  devo dire Vi tengono in riverente rispetto, mi hanno dato tanta  tranquillita da farmi affrontare il viaggio davvero serenamente. Un particolare ringraziamento lo vorrei fare al proprietario del campeggio  di Faryok dove credo di aver trascorso i giorni piu belli in  un'atmosfera  familiare e allegra, posto bellissimo e cibo davvero speciale.  Buon lavoro e grazie ancora
Dani

 

VIAGGIO LADAKH AGOSTO 2006-6 PERSONE

 

Franco e Kristin

rientrati felicemente in Italia volevamo ringraziarvi per la vostra assidua asssistenza e darvi un po’ di nostre impressioni soprattutto ad uso di altri vostri futuri clienti. Il viaggio è andato complessivamente bene tenendo conto delle condizioni meteorologiche eccezionali, anche se ci resta un po’ il rammarico non solo di non esser stati nella valle del Nubra ma più ancora di non aver visto il Ladakh nelle condizioni migliori. Più in particolare per quanto riguarda i servizi ricevuti …

 

ALLOGGIO

Anche se l’atmosfera ed il personale dell’OMASILA sono simpatici, l’HOLIDAY, a parità di categoria, è senz’altro meglio dal punto di vista dello stato delle camere e di tutte le infrastrutture. In particolare all’OMASILA sono da evitare le molte camere a livello underground che sono molto umide e che, dopo una prima esperienza, con l’aiuto dell’agenzia locale ci siamo fatti cambiare.      

 

VITTO

Sia all’OMASILA che all’HOLIDAY abbiamo mangiato sempre bene ed apprezzato l’attenzione con cui da questo punto di vista ci hanno trattato sia nell’uno che nell’altro. Incredibile poi la cura che abbiamo trovato al campo tendato di TSOMORIRI da parte del gestore e del piccolo cuoco che in questo posto così remoto ci hanno ammannito due cenette memorabili. E’ strano che la stessa cura che abbiamo trovato nelle cene sia invece invariabilmente mancata in tutti i box-lunch che abbiamo avuto da tutti gli hotel.  Evidentemente chi li prepara non si rende conto che basterebbe aggiungere una coscia di pollo, un po’ di formaggio o di frittata per rendere l’insieme molto più commestibile.

 

GUIDE

Abbiamo apprezzato molto la guida culturale ( Tashi ) che ci ha accompagnato per tutto il Ladakh: un ragazzo molto competente e sempre molto disponibile. Lo raccomandiamo ad altri vostri futuri clienti. L’opposto si può dire della guida, per altro molto giovane, che ci ha accompagnato nelle due mezze giornate a Delhi.  Forse la morale è che è meglio non cercare guide Italian speaking ma puntare sulle guide più competenti indipendentemente dalla lingua. 

.

ASSISTENZA LOCALE

Quanto detto per le guide si applica anche all’assistenza ricevuta dall’agenzia locale in Ladakh e a Delhi. Molto disponibili e attenti i due rappresentanti dell’agenzia di Leh che hanno fatto di tutto per aiutarci a superare i problemi derivanti dalla situazione meteorologica. Un po’ approssimativo il rappresentante che ci ha assistito a Delhi.

 

Metto in copia gli altri compagni di viaggio nel caso vogliano aggiungere altri commenti e per far inserire anche loro nella newsletter che inviate regolarmente ai vostri clienti

Cordiali saluti

Marco

 

LADAKH CENTRALE-ZANSKAR-NUBRA-CHANGTHANG

VIAGGIO INDIVIDUALE maggio/giugno 2006-1 persona

 

Buongiorno Franco,

Rientrato in Italia dopo una settimana posso dire a mente fresca che il mio viaggio in Ladakh è stato veramente appagante,  splendidi paesaggi, popolazione sempre cordiale, positivo sotto ogni punto di vista, solo i monasteri come le avevo detto mancano di quell’atmosfera rispetto al Tibet; ottima la ricettivita’ e cucina a iniziare dall’Hotel Spic e Span e dal campeggio di Uletokpo dei quali come promesso le invio le foto anche di alcune delle camere, altrettanto posso dire per la sistemazione a Padum presso la Guesthouse Mont Blanc,  il campo tendato del Lago Tsokar (a questo proposito e’ meglio come ho fatto portarsi un sacco a pelo visto che le coperte fornite possono non bastare), alla Yarabtso in Nubra, ecc.. Per lo Zanskar vorrei spendere qualche parola in piu’, meriterebbe sicuramente  una maggiore attenzione da parte di tutti  nella scelta di un viaggio in Ladakh e non solo da chi fa trekking,  lo si potrebbe (anzi si deve) promuovere abbinandolo eventualmente a chi si reca in Kashmir e poi con appena 50 euro come mi aveva suggerito siamo riusciti a distribuire centinaia di quaderni, penne e matite presso le scuole piu’ disagiate.

Un ringraziamento per l’assistenza avuta sia in Ladakh che a Delhi a iniziare dalle guide disponibili e pronte fin quasi sotto la scaletta dell’aereo, all’autista e a Sam – almeno cosi’ io lo chiamavo – sempre presente in albergo ogni qualvolta rientravo a Leh.

Per finire un abbraccio fraterno a Lei per l’attenzione,  l’assistenza, disponibilita’  e simpatia avuta sin dal mio primo contatto a dicembre fino a venerdi’ scorso con l’augurio di poterci in futuro conoscere magari in occasione di un mio prossimo viaggio.

Con amicizia, Giuseppe.

 

 

VIAGGIO INDIVIDUALE INDIA NORD E RAJASTHAN

FEBBRAIO 2006 - 4 PERSONE

 

Ciao Kristin, Scusa se non mi sono fatta sentire prima, ma il ritorno in ufficio è stato pesante. Ci teniamo a ringraziarvi ancora per il bellissimo tour che ci avete organizzato e, saremo anche stati fortunati, ma tutto è andato secondo programma in modo talmente puntuale e senza contrattempi, che ci sembrava di essere in Svizzera non in India !!! Ci auguriamo di potere nuovamente tornare in India (stavolta il SUD) e sarete voi sicuramente i nostri punti di riferimento. Se vi può essere utile, sono disponibile a essere messa come "referenza" nel vs sito Internet. Cari saluti
Raffaella, Piera, Vanna e Franco bib9139@iperbole.bologna.it

 

 

la NAVIGAZIONE SULLE GOWA: VIAGGIO DI GRUPPO IN TIBET, ACCOMPAGNATO DA FRANCOOTTOBRE 2005 

Voglio tornare sulle gowa......

Ciao Franco, come va? 

Sei tornato agli agi ed alle mollezze indiane, dopo tre settimane di freddo e privazioni in compagnia di una decina di scoppiati? Io sono tornato al lavoro già ieri e dopo poche ore di forzata immobilità dietro ad una scrivania e davanti allo schermo di un computer, ho già nostalgia delle gowa, dei monasteri, delle dune sabbiose, dei ghiacciai, dell'Everest e dello Shisha Pagma (magari non di Shegar...). Non mi sono rimasti in mente i nomi di divinità, protettori..., ma ho ancora negli occhi i volti di tante persone incontrate ed i paesaggi indimenticabili. Ancora un grazie a te,per la tua professionalità, competenza, disponibilità, simpatia ed amicizia,che mi hanno dato la possibilità di conoscere un meraviglioso angolo di mondo. 

A presto, Franco


Sono trascorsi dieci giorni dal mio ritorno a casa, ma indelebili rimangono scolpite nella mente le emozioni, le visioni e i sussulti del viaggio. Anzi i ricordi si amplificano col passare del tempo, perchè focalizzo adesso i singoli istanti di un'esperienza tanto intensa. Scopro allora che il viaggio è somma di momenti,di sensazioni,di incontri che non ti aspetti,che non leggi in una guida o nel programma, ma che semplicemente si susseguono e ti riempiono di meraviglia. Perchè in Tibet non ci sono mezze misure,non si scende a compromessi, gli orizzonti sono lontanissimi, le montagne impressionanti sfidano il cielo quasi a volerlo superare, il vento sparge costante in ogni direzione le preghiere che la gente gli affida, i fiumi e i laghi appaiono immensi con tonalità turchesi quasi irreali, e ovunque si avverte la presenza di un'energia superiore,si sente la vicinanza del cielo. E il suo popolo tenace,combatte ogni giorno contro l'asprezza di questa terra che non regala nulla, ma lo fà con gioia e dignità, rassicurato da una fede incrollabile.Sono questi alcuni degli aspetti che maggiormente mi hanno arricchito in questo viaggio. Per questo voglio ringraziare di cuore il mio caro amico Franco, che con grande passione e professionalità ci ha guidati passo dopo passo lungo i fiumi,i deserti e le vette innevate dell'altopiano tibetano.  

Angelo Toniolo

|leggi racconto viaggio|

 

VIAGGIO INDIVIDUALE IN ORISSA - ottobre 2005

Carissima,

Scusa il ritardo con il quale ti scrivo.

Volevo informarti che siamo rientrati bene senza alcun ritardo.

L'ultima sera a Delhi non abbiamo fatto molto, ma si sapeva era già un pò troppo tardi.

Comunque abbiamo fatto un  giretto fino a Connaught Place e Janpath Market che come avevi detti è pieno di "tibetanate".

Poi siamo andati direttamente a cena (buono- ottimo suggerimento) che ci è stata offerta dal tuo Corrispondente di Delhi e di questo ti preghiamo di ringraziarlo nuovamente.

Per il giretto abbiamo pagato 500 R. L'Asoka Hotel ci è piaciuto molto.

Al rientro però c'era già un problema: la mamma  non stà tanto bene .... purtroppo con queste mamme sempre più vecchie ...

Comunque nulla ci può togliere questa bella esperienza della quale ti ringraziamo ancora per l'ottima, eccellente organizzazione.

Appena posso controllo il tuo sito per il discorso dell' etnia da verificare.

Ti abbraccio forte e  ancora

veramente con tutto il cuore da parte mia e di Sandro

GRAZIE - siamo stati veramente bene.

Ciao, A presto

Diana e Sandro

 

 

VIAGGI INDIVIDUALE IN KERALA PER LA FESTA DI KALPPATHY-ottobre 2005

Carissimi Kristin e Franco

Eccoci qui al caldo …..del riscaldamento, alle h. 12 c’erano 5 gradi, immaginatevi di notte…

Non abbiamo parole….forse ci verranno

Comunque sappiate che siamo molto ma molto felici del viaggio che abbiamo fatto e vi promettiamo che avrete un resoconto scritto.

Franco , i gamberoni più buoni sono proprio quelli del Marari, mangiati in riva al mare al Grill Beach….ma ci pensi che adesso siamo qui….

Bacioni e a presto

Paola e Marco  

leggi racconto di Paola

|home|   |prossima pagina|